Psicoterapia

Che cos’è la Psicoterapia? 
La psicoterapia è un percorso introspettivo in cui un individuo, una coppia o una famiglia  incontra uno psicoterapeuta con l’obiettivo di superare un blocco interno che impedisce a ciascuno di svolgere una vita completa ed appagante.

Durante il corso della nostra vita possiamo incorrere in diversi momenti critici, alcuni sono prevedibili e quasi “fisiologici” ( entrata nel mondo del lavoro, sposarsi, la gravidanza, adolescenza dei figli, affrontare una malattia o un lutto) ma ugualmente possono essere fonte di stress perché  ci si può sentire sopraffatti da dubbi, ansie e paure, ma il senso di una crisi è anche di aprirsi ad un’opportunità di cambiamento.

Quando rivolgersi allo psicoterapeuta?
È opportuno rivolgersi a un professionista quando il malessere esperito è tale da interferire con la quotidianità; i problemi non si sono risolti anche se si è chiesto aiuto ai familiari o agli amici; l’aver consultato il medico di base o degli specialisti non ha risolto il problema.

Chi è lo psicoterapeuta?
Lo psicoterapeuta è un medico o psicologo che ha sostenuto uno specifico Esame di Stato, necessario per essere abilitato all’esercizio della Professione, ha effettuato l’iscrizione presso il relativo Albo Professionale, e ha poi conseguito una specializzazione post universitaria in Psicoterapia presso una Scuola di Specializzazione riconosciuta dal Ministero dell’Università.

 

Lo sguardo Sistemico – Relazionale 

Ogni cosa è illuminata dalla luce del passato” J. Safran Foer

E’ un modello terapeutico che parte dall’idea secondo cui ogni contesto può essere considerato un sistema: cioè un insieme di persone che si influenzano reciprocamente nel loro stare insieme, persone quindi unite da legami affettivi e relazioni:  in primo luogo la famiglia. La terapia sistemico-relazionale intende il sintomo non come un problema individuale, ma come la manifestazione di un disagio dell’intero contesto in cui esso stesso si esprime; perciò una persona che soffre, non soffre da sola, ma è inserita in un contesto a sua volta sofferente. Per comprendere al meglio le dinamiche disfunzionali, il modello terapeutico lancia uno sguardo nel passato cercando di connettere il presente al passato e proiettarsi nel futuro.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: